L'azienda agricola Alberto Tedeschi nasce sulle colline di Bologna, tra il comune di Monteveglio, dove sono i 2 ettari di terreno coltivati a vigna, e il comune di Zola Predosa, dove è situata la cantina.

La vigna situata all'interno del Parco dell'Abbazia di Monteveglio, viene coltivata nella più totale armonia e rispetto dei suoi cicli naturali. In nessun caso vengono utilizzati insetticidi, diserbanti o antibotritici, la sola difesa delle piante viene affidata ai metodi biologici.

In cantina, la stessa esigenza di naturalità e la ricerca della massima espressione dell'annata viene affidata ad una trasformazione delle uve, che impone la totale esclusione dei più svariati metodi industriali contemporanei. Il primo principio che viene seguito è quello, invece, del non-fare, del non-agire.
Bandite, quindi, le operazioni di filtrazione, chiarifica, deacidificazione, l'uso di concentratori e dell'osmosi inversa.
Estromessi dai naturali processi di trasformazione lieviti selezionati ed enzimi, quello che l'uomo puà fare è dare, al mosto e poi al vino, un ambiente in cui fermentazione ed affinimento svolgano al meglio il loro compito. L'uva pressata viene quindi messa in botti di legno insieme alle sue feccie nobili, e qui rimmarrà a contatto con loro fino all'imbottigliamento. Più di 15 mesi che consentono al vino la giusta maturazione e di poter affrontare al meglio la sua fase successiva, quella dell'invecchiamento in bottiglia.

Fine ultimo dell'azienda è quindi, quello di far esprime il vino al massimo delle sue capacità, in base all'andamento della annata e sfruttando appieno le caratteristiche del territorio a cui appartiene.